Milano, domenica 23 febbraio 2020

Non esistono al momento dati riguardanti l’infezione da Coronavirus COVID-19 e i pazienti affetti da MICI, in particolare per quanto riguarda i pazienti in trattamento con farmaci biologici e immunosoppressivi.

L’infezione colpisce soprattutto gli adulti, in forma lieve nella maggior parte dei casi, gli adolescenti soprattutto in forma lieve, e i bambini in casi molto rari. Poiché alcune infezioni virali come quelle da Citomegalovirus (CMV) e da virus di Epstein Barr possono avere un decorso più serio nei pazienti in trattamento con farmaci biologici e farmaci immunosoppressivi, si raccomanda a tutti i nostri pazienti di applicare in modo scrupoloso le direttive del Ministero della Salute e delle Autorità competenti. In caso di sintomi compatibili con l’infezione da COVID-19 informate anche il Centro di Riferimento presso cui siete in cura, che potrà fornirvi tutte le indicazioni circa il tipo di farmaco, la durata e il dosaggio del trattamento in corso. Per coloro che fossero in trattamento con un PROTOCOLLO SPERIMENTALE e che avessero una diagnosi di infezione da COVID-19 devono mettere in contatto i medici dell’Ospedale dove sono ricoverati con i colleghi del Centro MICI di Riferimento.

Per i bambini, la Federazione Italiana Medici Pediatri consiglia: Se sei stato, solo o con il tuo bambino, in zone dove sono segnalati casi di infezione o se avete avuto contatti diretti con persone risultate positive al COVID-19, INFORMA il tuo Pediatra di Famiglia e RIMANI A CASA in isolamento volontario per 14 giorni; Se hai dubbi sulla possibilità̀ che il tuo bambino sia stato contagiato, NON portarlo allo studio del Pediatra di Famiglia ma contattalo telefonicamente e NON portarlo al Pronto Soccorso ma chiama il numero verde 1500; Lavati spesso LE MANI e falle lavare al tuo bambino utilizzando acqua e sapone per almeno 20 secondi. Se non è disponibile il sapone, utilizza un gel alcolico (con almeno il 60% di alcool); Applica le REGOLE raccomandate per ogni infezione di tipo influenzale: in particolare mantieni te stesso e il tuo bambino a distanza di almeno un metro da un’altra persona che tossisce, starnutisce o ha febbre; Se il tuo bambino è ammalato con febbre, tosse e raffreddore TIENILO A CASA da scuola o da altre attività o luoghi praticati fino a completa guarigione e NON USARE MEDICINE senza specifica indicazione; INSEGNA al tuo bambino a tossire e starnutire girando la testa verso la spalla o il cavo del gomito; TIENI PULITE le superfici di casa, usando soluzioni alcoliche o a base di cloro, con particolare attenzione ai giocattoli, soprattutto se condivisi con altri bambini; Indossa la MASCHERINA solo se sei ammalato o hai sintomi influenzali o da raffreddamento, soprattutto se in casa c’è un neonato o ci sono bambini molto piccoli; ELIMINA ACCURATAMENTE mascherine e fazzoletti usati in un contenitore chiuso; Non esitare a chiedere informazioni al tuo pediatra.

Per gli adulti: lavare bene le mani, per almeno 20 secondi con acqua e sapone o disinfettante per mani a base di alcol al 60%; mantenere almeno 1 metro di distanza da persone che tossiscono, starnutiscono o hanno febbre; non toccare naso, bocca e occhi con le mani; tossire o starnutire all’interno del cavo del gomito; non assumere antibiotici o farmaci antivirali (a meno di una prescrizione medica); pulire le superfici con prodotti disinfettanti; utilizzare una mascherina specifica se si sospetta di aver contratto il virus o se si assiste una persona malata (mascherine FFP2 o FFP3, le mascherine chirurgiche sono inutili); i pacchi dalla Cina non sono pericolosi, perché il virus non sopravvive a lungo sulle superfici; cani e gatti non diffondono la malattia, lavarsi comunque bene le mani dopo averli toccati; il numero verde del ministero è il 1500.

SCARICA QUI IL PDF ORIGINALE